Inversione pneumatici: cos’è e a cosa serve

Inversione pneumatici: cos’è e a cosa serve

L’inversione delle gomme, chiamata anche giro gomme o permutazione, consiste nel cambiare la posizione delle ruote per avere un’usura uniforme su tutti e quattro gli pneumatici.

Inversione delle gomme: sì o no?

Le opinioni di costruttori e gommisti rispetto al “giro gomme” sono molto diverse tra loro. Alcune case costruttrici sconsigliano di effettuare l’inversione degli pneumatici poiché le ruote anteriori direzionali sono progettate in modo diverso rispetto alle ruote posteriori sulla base di valori angolari specifici quali: incidenza, campanatura e convergenza. Questi valori, diversi per ciascuna vettura, hanno lo scopo di assicurare la migliore tenuta di strada del veicolo e il massimo livello di guidabilità e comfort. Le ruote posteriori, non direzionali, hanno un assetto diverso che varia anche a seconda della tipologia di sospensioni di cui un’auto è dotata.

In fase di valutazione dell’inversione gomme vanno poi tenuti in considerazione altri fattori quali i carichi e le sollecitazioni a cui gli pneumatici sono sottoposti ma anche la ripartizione del peso tra avantreno e retrotreno. Per tutti i fattori indicati fino ad ora molte case costruttrici sconsigliano il giro gomme.

A favore dell’inversione gomme si schierano colori i quali valorizzano i vantaggi di questa soluzione ovvero l’evitare che alcune ruote si deteriorino al punto da risultare inutilizzabili e altre no. L’usura delle ruote anteriori e posteriori è infatti molto diversa e il giro gomme consente di mantenere un livello di usura equo tra ruote davanti e ruote dietro.

Inversione delle gomme: come effettuarla

La rotazione delle gomme consiste nello scambiare le ruote anteriori con le ruote posteriori, sostituendo quindi la ruota posteriore destra con la ruota anteriore destra e la ruota posteriore sinistra con la ruota anteriore sinistra. Questa procedura è vincolante in presenza degli pneumatici direzionali o con battistrada a disegno asimmetrico-direzionale.

Inversione delle gomme: ogni quanto effettuarla

Il giro gomme deve avvenire periodicamente, generalmente tra i 5.000 e 10.000 km. Dopo l’inversione non è necessario effettuare l’equilibratura a meno che le gomme risultino poco bilanciate, in quel caso l’equilibratura si rende necessaria.

 

Per saperne di più sull’inversione delle gomme e capire se può andare bene per la tua auto contattaci, i nostri esperti gommisti sono a tua disposizione per consigliarti e individuare la soluzione più adatta alle tue esigenze. Autotecnica95 è officina e gommista a Milano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Superiore
× Hai bisogno di aiuto?
X